Che poker!

6, gennaio 2011  |  Calcio Dorico, Sport  |  Condividi su:

US ANCONA  4 VIS PESARO 0

Bòna Befana Popolo Biancoroscio. Oggi pumeriggio, co’ ‘na temperatura che non se pole defini’ tiepida, i nostri beniamini hanne strapazzato quei pòri disgraziati de Pesaro. Loro ‘ntei primi minuti non è che non c’ hanne provato ma el livello era veramente scarzo! Po’ c’ ha penzato “nonno” Pesaresi a impenzierilli co’ ‘sta punizio’.Dopo pogo, anzi quando già qualcuno aveva cominciato a alzasse pe’ andasse a spara’ el turchetto dell’ intervallo arriva qul’ altro nonno che meritatamente e meravigliosamente ce fa chiude el primo tempo in vantaggio de un gol. Sto a parla’ del còre puro de ‘sta formazio’: Giammarco Malavenda. (Do’ gol in 3 giorni!)Intel segondo tempo era un film già visto. Loro, molto scarzi, dovevane prova’ a fa’ qualco’, ma è stato l’ inizio della fine! A parte che qualche giogatore del Pesaro se voleva porta’ a casa a tutti i costi la nostra bella maja blu ‘taccandocese fino allo sventolìo del cartelli’ giallo. Po’ però un cartelli’ da giallo è diventato roscio e Mattia Santoni s’ è dovuto accomoda’ sul dischetto. Il tutto pogo dopo un’ altra bella punizio’ sempre de nonno Pesaresi. La storia del terzo gol vede n’ altra volta prutagonista el magico Mattia Santoni che se magna i Pesaresi come i turòni e i panettoni a Natale.       Siccome se parlava de poker, c’ è stato pure el tempo che qul giugatori’ che se nasconde dietro el nome de Genchi ha voluto dimostra’ che non è venuto qui per fa’ le chiacchiere! Difatti alla terza partita che gioga co’ l’ US Ancona enne quattro i gol mesi in carniere. El quarto appunto è questo contro el Pesaro dopo la duppietta co’ la Biagio e quello contro la Fermana. E bravo Peppi’     Tanto perchè siccome era caldo qul fenomeno dell’ arbitro ha concesso quattro minuti de recupero quando era già da un quarto d’ ora abundante che le do’ squadre giogavane a passaggi e c’ era una squadra – l’ US Ancona – che era in vantaggio de 4 gol. E intanto, alle 4 e mezzo del pumeriggio al Del Conero, dal freddo cominciava a casca’ le prime recchie! Comunque è finito tutto be’ sotto le note dell’ Aida e il saluto alla curva dove campeggiava uno striscio’ in ricordo del tifoso-guerriero Rocky.


Ti potrebbero interessare:

 

Lascia un commento