E’ un parcheggio o è un grasciaro?

8, dicembre 2010  |  Calcio Dorico, Sport  |  Condividi su:

Bòna festa dell’ Immacolata Popolo Biancoroscio. Scì, va be’, ho capito, ma a me sai cosa me ne frega de quelli che ancora me dice: bravo Rana alla domeniga vai a vede el Pia’? Anzi sai cosa te digo: te armane a casa con tu’ moje che te diverti de sciguro de più!!!!! Ma vòi mette? Tra qualche scampolo de “bel” giogo po’, a voja se riesci a ritajatte un cincinì de tempo per spara’ quattro cazzate, un burghetti’ o ‘na birretta con qualchiduno. Al 25° del primo tempo Santo’ (M) porta in vantaggio l’ Ancona.Tutto succede quando un geniale difensore de loro calibra un eccellente alleggerimento sul proprio purtiere, che non arriva in tempo per do’ peli. Quelli che c’ aveva de vantaggio Mattia. Fortuna che segna sempre lu’! No perchè non è cattiveria ma posso guasi capi’  Bertozzi’ che s’ è magnato un gol fatto ma appunto, lu’ pero’, è un terzi’. Ma a Cremona che attenuante je vòi da’. Non solo per tira’ in porta a palle ferme, che po’ non c’ ha manco preso, s’ è preso un ammonizio’. In più s’ è magnato el gol del do’ a zero che quelli li segnavo ancora io da fiòlo al campo della Lunetta! Imbe’, co’ la speranza che la Befana ce porti un attaccante (tipo quello de l Tulenti’), nialtri mettemi in gambusa pure st’ ennesima vittoria e rimanemi sempre primi. Ade’ passamo alle cojonerie. Oggi arrivo alle do’ e un quarto, parcheggio, e penzavo de ave’ sbajato parcheggio e me trovavo int’ un grasciaro!!

Cumplimenti vivissimi a chi fa succede ‘ste robe. Fortuna che de tifosi ospiti ce ne viene poghi un bel po’ ‘nte ‘sto campiunato perche sennò sai che figura da peracottari! Ve volevo saluta’ co’ ‘sto ragiunamento che spero non vaga via col garbi’: continuane a vieta’ trasferte su trasferte ai puretti dei tifosi per motivi che credo non esistene da nisciuna parte, perchè scuse’ ma segondo voialtri se i tifosi Ancunetani enne cuscì tristi come voialtri vule’ fa’ crede e li perquisi’, seguestre’ j’ umbrelli ai vecchi pure se piove come un matto, purte’ via j’ accendini, taste’ la gente, opri’ le burzette, l’ anno scorzo non ave’ fatto entra’ i fiòli senza i documenti perchè i genitori che li ‘compagnava non contavane un cazzo…. sape’ cosa ve digo: vergugnève e guardève ‘sta pavimentazio’ della curva…… e nun me’ fe’ di’ indo’ duve’ anda’!

Se l’ Ancuneta’ era cusci’ tristo sai le sgragnolate de sassi! Ce n’ è da riempissene le saccòcce. Altro che seguestra’ j’ umbrelli, bisognava furni’ quelli de fèro. Ade’ fago basta sennò m’ incattiviscio. E ade’ tutti a batte el Muntegrana’. Forza Ancona.


Ti potrebbero interessare:

 

Lascia un commento