Manuale dej’ imbriaghi

3, novembre 2010  |  Altre Storie, Se Ride  |  Condividi su:

Per cavasse daj’ impici ‘ntele situazio’ critighe

Sintumo: Piedi giàci e umidi Causa: Hai preso el bichiere c’ un angulo de presa sbajato Soluzio’: Gira el bichiere finchè la parte aperta nun torna in alto

Sintumo :P iedi caldi e bagnati Causa: Te sei pisciato addosso Soluzio’: Trova un cesso e vatte a ‘sciuga’, po’ gambiate mutande e calzetti

Sintumo: La parete de fronte a te è piena de luci Causa: Sei cascato per tera e sei steso de schina Soluzio’: Cerca de mètete cul corpo a 90 gradi rispetto al pavimento.

Sintumo: C’ hai la boca piena de cenere Causa: Sei cascato co’ la facia drento al portacenere Soluzio’: Sputa tutto e cerca de sciacquate la boca co’ uischi e ghiacio o gin tonic

Sintumo: El pavimento è torbido e sbiadito Causa: Stai a guarda’ attraverso el bicchiere vòto Soluzio’: Rimpe el bicchiere de uischi o de gin tonic

Sintumo: El pavimento se sta a move Causa: Te stanne a stragina’ per tèra perché nun te règi più in piedi Soluzio’: Almeno dumanda indo’ te stanne a porta’.

Sintumo: El riflesso dela facia tua te guarda in modo insistente Causa: Stai sul vater a cerca’ de cagnola’ Soluzio’: Metete un deto ‘ntela gola

Sintumo: Senti la gente che parla e fa l’ eco Causa: Te sei meso el bichiere sopra la rechia Soluzio’: Mete el bichiere al posto giusto, intela bocca

Sintumo: La discuteca se move e sbalza un bel po’, la gente è vestita tutta de bianco e la musica fa sempre le stesse note Causa: Sei drento al’ ambulanza Soluzio’: Cerca de nun movete, nun stai tanto be’

Sintumo: Tu’ padre è strano ‘na muchia e i fratelli te guardane bruto Causa: Hai sbajato casa Soluzio’: Dumanda se te cunoscene e sanne indo’ stai de casa

Sintumo: ‘Na luce intenza come el fògo te cèga e nun riesci a tene’ j’ ochi operti Causa: S’è fato giorno e te sei imbriago Soluzio’: Capuci’, curneto e ‘na bèla durmita


Ti potrebbero interessare:

 

3 Commenti


  1. Ciao Rana, sto manuale dej imbriaghi gira sul ueb da un pezo e sidonca penzo che te pole esse rivato da chissà quale parte del globo terestre.
    Però, per cumpleteza giurnalistiga, t’ho da dì che è ripreso paro paro dal zito anconanostra.com, e per la precisio’ da sta pagina qui: http://www.anconanostra.com/varie/manualeimbriaghi.htm
    Scusame ma io so un tipo preciso.
    Ciao da AnconaNostra

    PS – me piace sto bloghe, bon lavoro!

    • non volevo assolutamente essene io el padre. Servirà, spero, che lo legge più gente. Ciao Sauro e in bocca al lupo pure pel tuo che è bullo un bel po’

  2. Questa precisazione, perdonatemi, non riesco a comprenderla. Cosa significa: “… è copiata pari pari da…”? Non significa nulla, abbiate pazienza. Il fatto che uno pubblichi o segnali online qualcosa prima di un altro, non significa mica che da quel momento chiunque voglia pubblicare la stessa cosa debba necessariamente citare il primo, eh! A meno che il primo non sia anche l’autore dell’opera stessa. Allora il discorso cambia. Ma se io vent’anni fa, per fare un esempio, fossi stato il primo a mettere online, chessò, il testo de I Promessi Sposi, non è che da quel momento chiunque avesse voluto pubblicare l’opera del Manzoni sul suo sito avrebbe dovuto citare me. Tra l’altro di siti che riportano il lavoro in questione ce ne sono a bizzeffe. Eccoli: http://tinyurl.com/39guomr
    Sempre per essere precisi, eh.

Lascia un commento